Tre strati

Sono tra quelli che controllano il contenuto del fazzoletto dopo aver soffiato il naso. Conosco i pregiudizi su questa abitudine – in ogni caso più diffusa di quanto si pensi, poiché istintiva – ma se dovessi badare ai pregiudizi non

Tre strati

Sono tra quelli che controllano il contenuto del fazzoletto dopo aver soffiato il naso. Conosco i pregiudizi su questa abitudine – in ogni caso più diffusa di quanto si pensi, poiché istintiva – ma se dovessi badare ai pregiudizi non

Duemilaquindici

E io che li prendevo apposta, i treni. Anche quando avrei potuto viaggiare in auto prendevo il treno. Ma ora, col controllore acustico, mi hanno tolto ogni gioia. Se ne stanno tutti lì a misurarsi il volume per non inquinare,

Duemilaquindici

E io che li prendevo apposta, i treni. Anche quando avrei potuto viaggiare in auto prendevo il treno. Ma ora, col controllore acustico, mi hanno tolto ogni gioia. Se ne stanno tutti lì a misurarsi il volume per non inquinare,

Più o meno centosettanta

Un oscillare di peso continuamente improvviso tra ottanta e duecentocinquanta: mi fa rompere sedie, frantumare articolazioni, rischiare vite in ascensore, sprofondare in sottoscala di legno, restare piantato al posto di guida; mi vieta l’aeroplano e il percorso di legno sul

Più o meno centosettanta

Un oscillare di peso continuamente improvviso tra ottanta e duecentocinquanta: mi fa rompere sedie, frantumare articolazioni, rischiare vite in ascensore, sprofondare in sottoscala di legno, restare piantato al posto di guida; mi vieta l’aeroplano e il percorso di legno sul

Ottocento chilometri

Sono fatto così: mi è sufficiente focalizzare il pensiero su una persona qualsiasi, non necessariamente un’amicizia o una conoscenza di frequente avvistamento tra le vie. Può bastare qualcuno incontrato tre volte nell’ultimo anno a guastarmi la villeggiatura. Ecco che, a

Ottocento chilometri

Sono fatto così: mi è sufficiente focalizzare il pensiero su una persona qualsiasi, non necessariamente un’amicizia o una conoscenza di frequente avvistamento tra le vie. Può bastare qualcuno incontrato tre volte nell’ultimo anno a guastarmi la villeggiatura. Ecco che, a

Nove mesi

Fino a qualche settimana fa mi irritava l’ostentazione della paternità da parte di conoscenti e amici. Ora capisco che a sembrare ostentazione era una paradossale repressione: a esternare ogni sentimento di quasi padre con fedele intensità non si farebbe altro

Nove mesi

Fino a qualche settimana fa mi irritava l’ostentazione della paternità da parte di conoscenti e amici. Ora capisco che a sembrare ostentazione era una paradossale repressione: a esternare ogni sentimento di quasi padre con fedele intensità non si farebbe altro

Centonovantasei falsi

Ho organizzato la rubrica del cellulare in modo che il nome indicato sullo schermo sia sempre fasullo. La logica non è quella del caso ma del gioco di memoria: copiata la lista alfabetica dei miei contatti, l’ho affiancata, aiutandomi con

Centonovantasei falsi

Ho organizzato la rubrica del cellulare in modo che il nome indicato sullo schermo sia sempre fasullo. La logica non è quella del caso ma del gioco di memoria: copiata la lista alfabetica dei miei contatti, l’ho affiancata, aiutandomi con

Ventiquattro fotogrammi al secondo

Non è la prima volta che mi ritrovo in un luogo senza ricordare come ci sono arrivato. Ho inizialmente ipotizzato la sbronza: per dimenticare, appunto, mi dicevo. Soffro però di una biografia di nullo interesse. Non ho granché da rimuovere:

Ventiquattro fotogrammi al secondo

Non è la prima volta che mi ritrovo in un luogo senza ricordare come ci sono arrivato. Ho inizialmente ipotizzato la sbronza: per dimenticare, appunto, mi dicevo. Soffro però di una biografia di nullo interesse. Non ho granché da rimuovere: