Archivio della categoria: Racconti

Da questa parte

Non era ancora iniziata l’epoca in cui le persone sospese mi tornavano in sogno, da sole o a piccoli gruppi, combattendo la nozione autoimpostami di non essere io. Era prima: la mia esistenza segnata da occupazioni e prospettive confuse e

Da questa parte

Non era ancora iniziata l’epoca in cui le persone sospese mi tornavano in sogno, da sole o a piccoli gruppi, combattendo la nozione autoimpostami di non essere io. Era prima: la mia esistenza segnata da occupazioni e prospettive confuse e

Dietro Berardi

Seguire il corso di un’idea, di una logica, si diceva Berardi, non è obbligatorio, presentendo forse dove l’avrebbe portato un passo ulteriore, cioè a dire a tutti i passi successivi, incatenati e pericolosissimi così come sarebbero apparsi tra l’indefinito, l’innumerevole

Dietro Berardi

Seguire il corso di un’idea, di una logica, si diceva Berardi, non è obbligatorio, presentendo forse dove l’avrebbe portato un passo ulteriore, cioè a dire a tutti i passi successivi, incatenati e pericolosissimi così come sarebbero apparsi tra l’indefinito, l’innumerevole

Il suo argomento preferito

Racconta ancora dei trapianti temporali, il suo argomento preferito. Ogni cinque o sei anni, dice, sostituisce il cuore, il fegato o altro – a seconda delle esigenze – con quelli di un quindicenne o giù di lì fra cento o

Il suo argomento preferito

Racconta ancora dei trapianti temporali, il suo argomento preferito. Ogni cinque o sei anni, dice, sostituisce il cuore, il fegato o altro – a seconda delle esigenze – con quelli di un quindicenne o giù di lì fra cento o

Un’estinzione imprecisa

Rimangono al mondo pochi esemplari di vero buio: non il buio che si racconta o che si vive abitualmente, suo discendente sbiadito, lontano generazioni, annacquato, involuto. Ne rimangono pochi esemplari, sopravvissuti chissà come a un’estinzione imprecisa. Ma non si riproducono:

Un’estinzione imprecisa

Rimangono al mondo pochi esemplari di vero buio: non il buio che si racconta o che si vive abitualmente, suo discendente sbiadito, lontano generazioni, annacquato, involuto. Ne rimangono pochi esemplari, sopravvissuti chissà come a un’estinzione imprecisa. Ma non si riproducono:

Ancora a questo

Tre anni e mezzo di relazione durano due minuti, in uno specchio, dietro un bancone di bar. Come sempre (sic) lei è già lì, i gomiti appoggiati al marmo in attesa della tazzina. È comparso a destra, lui, guardandola nel

Ancora a questo

Tre anni e mezzo di relazione durano due minuti, in uno specchio, dietro un bancone di bar. Come sempre (sic) lei è già lì, i gomiti appoggiati al marmo in attesa della tazzina. È comparso a destra, lui, guardandola nel

Definizione

Studia una vecchia fotografia di donna che sorride, dallo sguardo dolcissimo, da venticinque anni. Ne è innamorato, non l’ha mai conosciuta. Tenta comunque di esaurirne la conoscenza. Almeno una volta, pensa, almeno una volta. Ha iniziato a studiare dall’angolo in

Definizione

Studia una vecchia fotografia di donna che sorride, dallo sguardo dolcissimo, da venticinque anni. Ne è innamorato, non l’ha mai conosciuta. Tenta comunque di esaurirne la conoscenza. Almeno una volta, pensa, almeno una volta. Ha iniziato a studiare dall’angolo in

Le regole di questo mondo

Vivono in pieno buio. Vedono nero, ma hanno case intorno: corridoi stanze porte – queste ultime il problema – che conoscono bene, senza averle mai viste. Lo stato in cui si trovano: speranza che allo schiudersi di una porta non

Le regole di questo mondo

Vivono in pieno buio. Vedono nero, ma hanno case intorno: corridoi stanze porte – queste ultime il problema – che conoscono bene, senza averle mai viste. Lo stato in cui si trovano: speranza che allo schiudersi di una porta non