Una domanda

pizza-al-taglioI particolari dell’accaduto mi passano attraverso: tre voci familiari si alternano nel resoconto concitato di una morte prematura, violenta. Non li trattengo.
Intuisco dai toni più che dalle parole un climax ascendente di disperazione. Tra singhiozzi non miei riesco solo a chiedermi ostinatamente quale sia il numero – mi accontenterei di una ragionevole approssimazione – delle pizzerie al taglio della capitale.
La mia incapacità di pervenire a una pur vaga idea – siamo nell’ordine delle centinaia o delle migliaia? come e dove potrei reperire l’informazione? – mi trascina nel mare delle informazioni che non ho su questo pianeta, un mare in cui affogo dopo aver inciampato su un piccolo corpo morto.

Questo racconto fa parte della serie 1 al giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: