Una complicazione

fineUn libro che sto scrivendo fa così: in questo libro raccolgo tutte le ipotesi, una ogni due ore, sullo stesso se, dimostrando per inciso che se è vero che la storia non si fa coi se, le storie invece sì. E poi, dopo questa battuta un po’ discutibile c’è tutta questa serie di storie sul se. Il se è questo: cosa succederebbe se io morissi in questo momento? Conseguenze che, capite bene, mutano a seconda della situazione: morire mentre si fa una doccia, mentre si dorme, mentre si fa sesso, mentre si paga un biglietto in stazione, mentre si mangia in un ristorante, mentre si confessa un amore… sono cose ben diverse. Però poi l’ultimo capitolo non mi vien fuori: dovrebbe raccontare di cosa succederebbe se io morissi prima di aver finito il capitolo stesso, il che m’impedisce di finirlo per amor di verità e di vivere oltre per amore della fine che a questo punto se c’è un volontario qualcun altro scriverà.

Questo racconto fa parte della serie 1 al giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: