Dal civico trentotto

morseMi sono accorto, per un fortuito caso di focalizzazione, che il ritmo dei passanti sul tombino al centro del corso, proprio sotto la finestra del mio soggiorno, non è solamente il ritmo dei passanti.
La folla, in verità, comunica per mezzo dell’alfabeto morse.
Tuttavia, solo di rado i suoi messaggi risultano ben articolati, configurando significati sotto i significanti – ieri pomeriggio c’è stato un polo e tre giorni fa ho creduto d’intendere ciao –; più spesso il morse è veicolo di borborigmi. O forse trattasi di lingua ignota. Pochi secondi fa ho annotato fakjfvkntmou.

Questo racconto fa parte della serie 1 al giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: