Uovo numero uno

uovo1Il mondo possiede ai miei occhi l’aspetto di un filtro con smagliature, traverso cui di quando in quando oggetti altri si manifestano: parlo delle uova di Colombo, da una seconda realtà meno pulviscolare.
Per buona parte della vita ho assistito inerme al fenomeno della porta di casa, che illogicamente immetteva ogni trapassante nel medesimo ambiente.
Così, cercando un’abitazione in cui sentirmi finalmente abitante, il primo uovo di Colombo mi ha colpito in testa, di consistenza marmorea: il requisito primo della futura dimora sarebbe stato il ritorno all’ordine. Non più, dunque, una spaventosa indiscriminazione.
Difatti, entrandomi in casa attraverso la porta, ognuno è immesso nell’ambiente che maggiormente gli si attaglia: il più delle volte l’aria aperta. Di qui il presunto errore linguistico popolar-tautologico che qua e là sopravvive – retaggio in verità di epoche migliori – per cui si specifica se entrare dentro, uscire fuori, entrare fuori, uscire dentro.

Questo racconto fa parte della serie 1 al giorno.

Annunci

  1. Pingback: Uovo numero due | Carlo Sperduti

  2. Pingback: Un percorso | Carlo Sperduti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: