Nove risvegli

saccoÈ una sensazione di frana piccina, di puntuale dirupamento dalle braccia o dalla schiena a svegliarmi otto volte: nella notte in bonaccia di questa casa tenue mi sento cedere a coppie o a gruppetti dei peli sotto minuscoli pesi.
Accendo una luce e controllo, non trovo mai nulla. Penso a un insetto precipite o a un sogno e ricado immergendomi, dentro il cuscino. Il letto beccheggia un istante tenendo la rotta.
Di giorno la vedo annodare la cima di un sacco e uscire credendomi ancora nel sonno. Si disfa di parti di me, una zavorra che non riesco a sorprendere. Io lascio che tutto ciò accada, grattandomi: ho sempre un prurito al mattino.

Questo racconto fa parte della serie 1 al giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: