Ottantanove, oggi, sempre

89Un posacenere può avere mille fogge, colori, materiali, prezzi: rimane pur sempre un posacenere. È quel che ho imparato confrontando il primo incontro con questa pacifica giustapposizione di dieci lettere con i successivi.
Allo stesso modo, se ti chiami Gengia – sapessi quante ne incontro! – puoi essere alta bassa bella brutta grassa magra ricca povera stupida intelligente bionda mora rossa cattolica atea musulmana buddista agnostica etero-omo-bisessuale ninfomane frigida in salute malata col cane col gatto col canarino vegana carnivora vegetariana scrittrice maestra restauratrice giornalista attrice artista dentista cameriera di destra di sinistra estremista sposata single divorziata con prole sterile bigotta femminista occhi azzurri occhi verdi occhi castani: rimarrai sempre una grandissima maleducata, per come ti comportasti con me nel settembre dell’ottantanove alla festa di Giulio.

Questo racconto fa parte della serie 1 al giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: