Due facce come sempre

penombraLe soddisfazioni non mancano, questo è vero, e ho di che vivere nell’agio. L’esistenza dell’insegnante di penombra passa tuttavia per alcuni inconvenienti non trascurabili.
È frequente il caso in cui, in aula, gli alunni non mi distinguono dagli alunni, dimostrando la mia competenza ma a un tempo ravvivando la mia frustrazione.
Capita però anche il contrario: io, poco socievole, amo stare e uscire da sola. Eppure, proprio quando non dovrebbero, i miei alunni sembrano sforzarsi di riconoscermi in pubblico, invece di accontentarsi dell’incertezza di un’occhiata e passare oltre.
Così mi ritrovo a guardare film, a passeggiare o a cenare in compagnia, e mi chiedo se, dopotutto, il gioco valga la candela.

Questo racconto fa parte della serie 1 al giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: