Trasecolo dal novantadue

yogurtSe c’è una cosa di cui non mi stanco, nell’abisso di noia che è la mia vita, quella è trasecolare.
Io dunque trasecolo a ogni occasione.
Aprendo il frigorifero, trasecolo al cospetto di uno yogurt; all’annuncio di un binario o al suo mancato annuncio io trasecolo; spettatore di una televendita in acciaio inox non manco di trasecolare; nell’attraversare i tornelli in metro è un triplice trasecolare a prendermi: appena fuori, appena dentro, in mezzo; trasecolo finanche pettinandomi…
Troppi sforzi, mi hanno detto al pronto soccorso, lei deve darsi una calmata: se continua così, col suo cuore debole, quel che è successo oggi sarà poca cosa in confronto alla prossima volta.

Questo racconto fa parte della serie 1 al giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: