Alle cinque e cinquantasei

bookUna giornata particolare, come diceva quello.
Mi sveglia un sms della mia ex. Devo imparare a spegnere, quando dormo. Iniziato a leggere Anna Karenina, dice. Ma nel dormiveglia non do peso.
Poi, però, chiama mia madre, per consigliarmi un Camilleri.
M’infastidisco di brutto, e dato che ormai sono sveglio mi getto un po’ d’acqua in viso e faccio una passeggiata, per togliermi di dosso la voglia di metter fuoco. Invece è come gettare benzina sul.
I muri della via pieni di scritte: Non ho superato pagina venti di Proust; Ho scoperto questo nuovo autore, Kafka; Mi consigliate un libro imperdibile di Tristram Shandy?; Bianciardi; L’ultimo di Baricco fa ridere e piangere; Di Harry Potter ce n’è uno tutti gli altri son nessuno; L’imprescindibile Idiota; Rileggo Gli Indifferenti per la quarta volta; Pasolini; Il paradiso è una stanza piena di libri; Aridatece Jane Austen; Amleto mi aspettavo di più; Il nome della rosa meglio il film
Il cellulare squilla. Non rispondo.

Questo racconto fa parte della serie 1 al giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: