Negli ultimi otto mesi

dogGiro in centro chiedendo un minuto.
Provo a convincere chi me lo accorda di non avere nulla, da dire: né a lui né a lei né a loro.
O mi guardano, molto.
O per niente: evitano gli occhi, preferiscono scarpe e cagnetti a passeggio. Si concentrano sul moccio al naso delle taglie piccole, la bava che gronda dalle medie e grandi. Alcune unghie rotte di alluce.
Forse mi lasciano delle monete, che faccio sciogliere sotto la lingua. Frizzantine.
Qualcuno prova – se mi guarda – a convincermi che ho, da dire: che dev’essere così, altrimenti…
Solo uno mi ha creduto, prima di ucciderlo per il suo bene.

Questo racconto fa parte della serie 1 al giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: