La Serra Trema #3: 10 orrori contemporanei

Venerdì 26 e sabato 27 giugno sono stato ospite della seconda edizione de La Serra Trema, festival del cinema artigiano macabro rurale di San Miniato. Per l’occasione ho interrotto vari dibattiti con brevi racconti sui temi della morte, della sofferenza, del demonio e di altre cose molto brutte. Ho scritto alcuni di questi racconti appositamente per il festival. Ecco gli ultimi dieci, letti sabato.

10 orrori contemporanei

cabinaSu alcuni regionali esiste un sedile talmente scomodo che se qualcuno lo occupa per più di tre minuti il rumore della sua spina dorsale frantumata assorda il conducente, il quale, dall’interno della sua armatura infrangibile, impazzisce facendo deragliare la vettura e sterminando i passeggeri superstiti, timbrandoli come fossero biglietti e cantando a squarciagola: “Vidimare quant’è bell’…”.

In un angolo di piazza di Castramonaci d’Abruzzo Inferiore c’è una cabina telefonica a gettoni ancora funzionante. Squilla più volte al giorno. Nessuno risponde. Non si sa perché questa storia faccia paura.

Un bambino di San Miniato, scomparso lunedì sera, è stato trovato poco fa tra il pubblico de La Serra Trema. Ha un gettone in tasca e dice di non riuscire a mettersi in contatto con Castramonaci d’Abruzzo. Squilla, racconta, ma non risponde nessuno. Sì, ma perché è scomparso per cinque giorni?

L’altro giorno, su facebook, ho ricevuto una richiesta di amicizia da me stesso, che mi ha poi scritto in privato che è successa la stessa cosa anche a me. Ho risposto che forse non dovremmo essere amico e l’ho bloccato. Da allora non possiamo più accedere a facebook e non dormo sonni tranquilli.

Nel 1983, alla fiera di via Corinto, un venditore di cianfrusaglie appioppò per qualche spiccio a Sandra Canfora un ricettario maledetto in cui si raccomandava di evitare il pecorino sull’amatriciana. Dopo averlo letto, la volontà della donna fu soggiogata dall’eresia e le sue relazioni sociali si diradarono fino a scomparire. Nella primavera del 1985, il cadavere di Sandra Canfora fu rinvenuto piuttosto sciapo sui fornelli ancora accesi.

Nella cittadina di Sendival, nel Goncheshire del nord, spirano trentadue venti contemporaneamente, per 364 giorni all’anno. Questi venti sono così potenti che gli abitanti vivono a mezz’aria, per lo più ammassati gli uni agli altri e trasportati qua e là dalle correnti. In quello stato, cui sono abituati da generazioni, riescono a fare tutto, persino dei talk show. Nell’unico giorno di calma si divorano a vicenda: essendo molto timidi e riservati, gli abitanti di Sendival, nel Goncheshire del nord, cercano di limitare il numero di persone con cui entreranno in contatto durante l’anno successivo.

I Gastros furono un gruppo punk di Montesilvano attivo tra l’8 e il 9 maggio del 1979. Durante la loro unica esibizione dal vivo dichiararono di voler sovvertire il sistema proponendo un’esibizione dal morto. È ancora possibile ammirare i cadaveri dei loro medi levati in una fotografia famosa, conservata al Museo della Morte Meritata della ridente cittadina.

Un’associazione di moralisti statunitensi trama da decenni contro il fumo. Alcune voci sostengono che miglialia di stecche di sigarette saranno contaminate con una speciale sostanza che le renderebbe zombiegarette. Il fumo nuocerà gravemente a un intero genere letterario e cinematografico.

Eros e Thanatos non sono mai stati così vicini: ammazzarsi di seghe è ora legale in tutta Italia. Le associazioni femministe protestano poiché il nuovo diritto presuppone un fruitore maschio. “Seghe” è femminile plurale, replica il governo.

Psycho Kinder: una sorpresa su cinque ucciderà uno di noi.

Qui Lutto sommato, il primo racconto scritto per La Serra Trema.
Qui E lui non sa rispondere, il secondo racconto scritto per La Serra Trema.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: