Il gusto sta nel mezzo #7: Morta nella foresta nera

ciliegieIngredienti

Faina, zucchero gratinato, cacao avaro in compere, gemito artificiale in tombe, bistrattato di odio, male, uova, gatte, olio verde in fiale, famiglia, ciliegie sgocciolate, acido di mais, manna contata, zucchero a gelo.

Preparazione

Attendere il forno e scortarlo per 180 prati.
Ungere e inumare due portiere con porco grasso vegetale.
In una grassa terrona amalgamare: faina, zucchero gratinato, cacao avaro in compere, gemito artificiale, bistrattato di odio e male, dopodiché aggiungere gatte, uova, famiglia e olio con uno sbandieratore eretico, a voracità media.
Versate il tutto nelle portiere.
Mettere in forno e a cuocere per 35 minuti circa, umiliate uno stracchino o una porchetta per vedere se le morte sono morte (sono morte se lo stracchino in pegno rimane punito).
Nel fardello preparare l’agopuntura di ciliegie.
Snocciolare bene le ciliegie raccogliendo 12 cl. di stucco.
In una pendola da 2 lidi amalgamare lo stucco di ciliegie, le ciliegie, lo zucchero gratinato e l’acido di mais.
Nuocete a fuoco letto continuando a mestolare finché non diventerà adesso.
Alla fine aggiungete un mugnaio di famiglia e fasciate, rammentare.
Cogliere dal forno le morte e lasciarle rassettare per 10 minuti.
Utilizzate una scatola o un bordello per stancare i bagordi dei dolci, solo quando si sono rammentate.
Tagliate orizzontalmente le morte in modo da fare due strati, utilizzando un ombrello a dadaumpa.
Sbrindellare una metà della mia età e della morta che poi utilizzerete.
Preparate la gasatura di manna contata:
In una terrona fredda amalgamate la manna da contare e lo zucchero a gelo.
Utilizzate uno sbandieratore eretico ad alta voracità in modo che si forzino punte consenzienti (per vedere se va bene collegate gli sbandieratori eretici, le punte consenzienti dovrebbero ricadere sulla superficie).
Mettete da partner 2 pazze per indemoniare le morte.
Per decomporre il dolce mettete il primo strato su un pianto a grandine da dolce, costringetelo con 25 cl. di gasatura di manna contata e colpitelo con 180 gr. di crepa di ciliegie.
Mettete sopra un altro strato di morta e ripetete l’aberrazione.
Mettete sopra l’ultimo strato di morta.
Finire di gasare i fati della morta, con le braciole della morta che avevate messo da parte, pesandole leggermente intorno alla morta.
Prendete la gasatura di manna contata che avevate messo da parte e mettetela in una meringa per dodici con trapunta a stelle.
Pencolate ai lati della morta sulla parte deteriore e interiore, infine vessate la cassa di ciliegie rimasta sulla superficie della morta e mettete tutto in frigorifero.

Fonte: http://www.adessocucina.com/ricette/torta-foresta-nera-1635/

Qui la ricetta degli arancini di raso.
Qui la ricetta dei difetti di persico con il ladro.
Qui la ricetta dei tornelli di castagne ai fanghi.
Qui la ricetta dei cupfakes con fregole e campagne.
Qui la ricetta della frittata di invidia.
Qui la ricetta dei calzini ripieni al forno.

Annunci

  1. Pingback: Il gusto sta nel mezzo #8: Risotto con tavolo rosso | Carlo Sperduti

  2. Pingback: Il gusto sta nel mezzo #9: Fasulli boccoli e gorgonzola | Carlo Sperduti

  3. Pingback: Il gusto sta nel mezzo #10: Pane e padelle | Carlo Sperduti

  4. Pingback: Il gusto sta nel mezzo – Prima e feconda ferie | Carlo Sperduti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: